Non serve chiudersi nello sgabuzzino degli inventori per creare idee che possano dare un contributo positivo alla nostra comunità; basta guardarsi attorno, informarsi, leggere, e copiare anche da chi ha adottato buone soluzioni per il luogo in cui vive. Quando si parla di una buona idea, copiarla non è un delitto anzi è quasi un dovere.
Inizio questa piccola rubrica a puntate che porta il titolo di “Miglioriamo Molinella” con l’intento di proporre idee che potrebbero dare un contributo alla popolazione risolvendo al contempo alcuni problemi; beninteso, Molinella come territorio comunale, non solo come città.

Una buona idea deve arrivare a tutti e tutti devono poterne beneficiare.

Altra precisazione: non è chi scrive a decretare che sia buona o meno, quanto il bagaglio di esperienze di altri che l’hanno adottata e pare con buon successo. In ultimo ma non meno importante, una buona idea non dovrebbe avere costi per la comunità ma anzi portare solo benefici. Irrealizzabile? Utopistico?

Non è detto, non sempre. Scegliamo almeno quelle con il maggiore beneficio.

Sarebbe altresì bello arrivassero proposte dalle persone, ad esempio sulla nostra pagina di Facebook, qui: https://www.facebook.com/pdmolinella

In questa prima puntata voglio dunque farvi conoscere un sistema che permette di avere i seguenti vantaggi:
– migliorare la raccolta differenziata di rifiuti plastici o metalli reciclabili;
– aiutare il Comune in questa raccolta, diminuendo i costi della gestione dei rifiuti;
– dare un tangibile contributo, in denaro, a chi si impegna in prima persona a questa raccolta;
– educare le persone al rispetto dell’ambiente;

Ed ecco come:

Macchina per reciclo

Nell’immagine si vede una macchina, una specie di distributore automatico, nel quale si infilano intere bottiglie di plastica o anche lattine, e la macchina restituisce un buono di valore spendibile.

In molti paesi europei, in Francia e Svezia viste con i miei occhi, il sistema funziona; queste macchine sono di solito posizionate agli ingressi dei supermercati e le persone sovente arrivano con sacchi pieni di bottiglie di plastica e lattine, poi col buono che la macchina rilascia ci fanno la spesa.
Ci sono pensionati e famiglie che devono rinunciare a certi alimenti perchè con la pensione o lo stipendio non si arriva a fine mese altrimenti.
E poi ci sono ragazzi che magari vogliono disporre di qualcosa da spendere per i loro desideri.
Ecco, ora riusciamo ad immaginare cosa possono fare nel loro piccolo queste macchinette.
In Italia, molto molto molto… molto timidamente si iniza a parlare di queste macchine e qualcuna in giro si vede. Ma si contano davvero sulle dita delle mani.
Questa è una delle tante cose che si possono a mio avviso realizzare per migliorare il luogo in cui viviamo.