Marcia indietro del Comune sul contratto Beghelli - Partito Democratico di Molinella
Marcia indietro del Comune sul contratto Beghelli

Marcia indietro del Comune sul contratto Beghelli

beghelliL’amministrazione comunale fa marcia indietro sul contratto la Beghelli S.r.l. Ritirata la delibera della Giunta Comunale ed avviato il procedimento di risoluzione contrattuale per la realizzazione della centrale fotovoltaica presso la copertura del Cimitero di Molinella. Il Consiglio comunale ha impegnato Sindaco e Giunta a dare indicazioni a Molinella Futura Srl affinché proceda ad avviare una gara d’appalto con il sistema del project financing.

Il Consiglio comunale di sabato 26 novembre, richiesto da tutti i gruppi di minoranza (Molinella Civica, Partito democratico e Molinella che cambia) ha approvato all’unanimità la mozione presentata da Molinella Civica ed integrata con un emendamento del gruppo di maggioranza.

Nella sostanza il contratto sottoscritto nel maggio del 2009, poco prima delle elezioni amministrative, dal Comune (attraverso la propria Società Patrimoniale Molinella Futura) con la Beghelli Servizi Srl viene rescisso e si avvierà un procedimento ad evidenza pubblica come auspicato e richiesto dalle forze di opposizione.

I contratti sottoscritti contestualmente con la Beghelli sono stati due: uno relativo alla fornitura e alla sostituzione di tutti gli apparecchi di illuminazione pubblica (sono 2260) con altri dotati di due lampade a basso consumo. L’obiettivo dell’Amministrazione è condivisibile: il risparmio energetico attraverso il sistema del “Contarisparmio” gestito dalla Beghelli con il telecontrollo di tutti i corpi illuminanti. La durata è di 20 anni ed il costo, 1.197.800 euro + IVA, è già stato pagato dal Comune. Quindi, questo contratto ha avuto piena realizzazione. Tuttavia, rimangono in attesa di chiarimenti due questioni che, noi del PD, riteniamo importanti: la prima riguarda le garanzie (per esempio una fideiussione bancaria o assicurativa) assunte dal Comune di Molinella per tutelarsi da eventi negativi che in vent’anni potrebbero accadere. Nel contratto non sono citate. In altre parole, come si è tutelato il Comune nel caso in cui la Beghelli dovesse, ad esempio, fallire? Evento improbabile ma non impossibile, il cui verificarsi causerebbe un danno certo per il Comune sotto l’aspetto del controllo dei dispositivi in telecontrollo, del servizio manutentivo e dei guasti alla componentistica. Infatti, avendo affidato l’appalto “in esclusiva” alla Beghelli, se per cause di forza maggiore diventasse indispensabile rivolgersi ad un altro fornitore – dotato di differente tecnologia – forse non sarebbe compatibile con il telecontrollo attualmente installato. La seconda questione riguarda l’obiettivo stesso dell’investimento, cioè il risparmio energetico. Quindi, quanto ha risparmiato il Comune dal 2009 ad oggi? Questo dato, fondamentale, non si conosce ancora ma la Giunta si è impegnata a fornirlo. Aspettiamo fiduciosi.

L’altro contratto riguardava l’appalto per la fornitura, installazione e manutenzione di una centrale fotovoltaica ed erogazione del servizio tramite pannelli da posizionarsi su 1.200 pali dell’illuminazione pubblica, per un corrispettivo totale di 2.706.000 euro + IVA. Tale contratto non si è ancora realizzato poiché, a seguito della verifica di fattibilità dell’impianto eseguita all’inizio di quest’anno, si è ritenuto di non procedere a causa dell’indeterminatezza delle fondazioni dei pali dell’illuminazione su cui dovevano essere montati i pannelli solari. Ma, questa verifica, non sarebbe stato opportuno farla prima? Comunque, a parte il pressapochismo manifestato in questa circostanza dall’Amministrazione comunale, il reale rischio che i pali non riuscissero a reggere il peso dei pannelli ha, di fatto, modificato il contratto ubicando la centrale presso il Cimitero comunale.

Ma, nei due anni trascorsi dal 2009 ad oggi, gli incentivi statali per la produzione di energia elettrica mediante la conversione fotovoltaica della fonte solare sono sensibilmente diminuiti ed il costo della tecnologia del fotovoltaico ha subito una drastica riduzione. Pertanto, ciò che il Comune di Molinella avrebbe dovuto pagare alla Beghelli per 20 anni, con canone annuale, sarebbe stato un ottimo affare solo per la Ditta Beghelli ed una perdita certa (diverse centinaia di migliaia di euro) per le casse comunali, cioè per tutti i cittadini.

Ricordate il Festival della canzone di San Remo del febbraio 2009? In una delle serate canore il conduttore televisivo aveva intervistato il noto imprenditore emiliano Beghelli che annunciava l’iniziativa – riguardante il risparmio energetico – riservata ai Comuni e come esempio virtuoso citava quello di Molinella come uno dei primi ad avere aderito. Ebbene, quel vistoso spot elettoral-pubblicitario lascia ora il posto ad un altrettanto vistoso flop!

La determinazione con cui i gruppi consiliari di minoranza hanno approfondito la natura e le condizioni dei contratti con la Beghelli Srl, le interpellanze, la mozione presentata da Molinella Civica e discussa con argomentazioni dettagliate ed inconfutabili in Consiglio comunale hanno avuto la meglio – unitamente alla concretezza e ad una discreta autocritica della maggioranza – su strumentalizzazioni e arroccamenti tanto inutili quanto dannosi. Pertanto, il contratto per la realizzazione della centrale fotovoltaica è stato rescisso e il Consiglio comunale ha impegnato il Sindaco e la Giunta a dare indicazioni a Molinella Futura srl affinché proceda a comporre la questione mediante avvio di una gara d’appalto con il sistema del project financing.

Come gruppo consiliare del Partito democratico saremo vigili su ogni sviluppo futuro: dal bando di gara al contratto e alla realizzazione del progetto, soddisfatti per aver contribuito a questa evoluzione della vicenda che farà risparmiare non poche risorse finanziarie alle casse comunali.

Gruppo consiliare Partito democratico

Share

Tag permessi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

83 queries in 0.000 seconds, using 18.19mb memory