Il peso delle scelte - Partito Democratico di Molinella
Il peso delle scelte

Il peso delle scelte

piazza molinellaIl 7 novembre scorso, il gruppo consiliare PD ha presentato un’interpellanza al Sindaco in merito alle vendite di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) attuate dalla Giunta Comunale nel corso del 2009 e 2010. La Legge Regionale n. 24 del 2001, che regolamenta tale materia, dispone all’art. 37 che “i proventi delle alienazioni sono interamente destinati dal Comune allo sviluppo e alla qualificazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica” mentre, nel Piano poliennale degli investimenti 2010/2012, la Giunta finanzia diversi interventi non finalizzati alla qualificazione del patrimonio ERP mediante l’alienazione di immobili.

Nascono da qui le nostre perplessità e, proprio per chiarire bene la questione, nell’interpellanza chiediamo l’entità dell’importo realizzato dalla vendita dei suddetti alloggi ed il relativo programma di reinvestimento (sul nostro sito www.pdmolinella il testo dell’interpellanza e della risposta del Sindaco quando ci verrà consegnata). Da quanto descritto sopra si potrebbe trarre la conclusione che la Giunta abbia deciso in modo arbitrario, senza considerare ciò che dispone la succitata legge. Ma sarebbe una deduzione affrettata e superficiale. Quindi, aspettiamo la risposta del Sindaco per valutarne oggettivamente l’operato. Comunque sia, la sostanza della decisione presa dalla Giunta evidenzia la difficoltà a far quadrare i conti a causa di alcune scelte politiche, a mio parere, discutibili. Già nel periodico del Comune di Molinella (N. 28 – Ottobre 2010), il Sindaco ha messo le mani avanti scrivendo che “la fiscalità comunale che era stata tenuta ferma […], dovrà purtroppo, essere ritoccata” riferendosi, presumo, al probabile aumento delle tariffe e delle rette per il 2011. Credo che la Giunta sia ormai ostaggio di alcune proprie scelte politiche avventate, che generano costi eccessivi per la nostra comunità alle prese, ormai da tempo, con una difficile fase economica. Ad esempio, la ricostruzione del cinema – che prevede, per ora, una spesa di 4 milioni di euro – si poteva realizzare progettando una struttura meno pretenziosa e dai costi più contenuti. Lo stesso ragionamento vale per gli oltre 2 milioni della rotatoria di Via Redenta e, soprattutto, per il contratto stipulato con la Beghelli srl nel 2009 dal costo iniziale di 1.200.000 euro a cui se ne devono aggiungere altri 2.700.000 da pagare nei prossimi 20 anni! Per quest’ultimo investimento, poi, credo sia lecito avere delle forti perplessità in merito ai reali ed evidenti vantaggi per i cittadini. Per ora, ciò che appare evidente è la diminuita illuminazione pubblica delle strade! Ad ogni buon conto, queste scelte politiche sono e rimarranno un pesante fardello da trascinare, anche per le future amministrazioni. Quindi, senza andare in tasca ai cittadini e senza indebitarci ulteriormente e incautamente, questa Giunta non riuscirà a realizzare quegli investimenti, decisamente importanti, di cui Molinella ha realmente bisogno, come le piste ciclabili (indispensabili per la sicurezza stradale, soprattutto per chi abita nelle frazioni), l’ampliamento della Casa di Riposo aumentandone l’efficienza, l’ampliamento dell’asilo nido, la sistemazione delle tante strade dissestate, la riqualificazione dei centri storici delle frazioni e della stazione ferroviaria di Molinella realizzando in quell’area nuovi parcheggi auto, l’aiuto concreto alle associazioni di volontariato e alle numerose famiglie in difficoltà a causa della pesante crisi economica. L’elenco potrebbe continuare ma, per ora, mi fermo qui ricordando un principio scontato ma importante: chi amministra utilizza il denaro di una collettività ed ha pertanto l’obbligo di eseguire il proprio mandato con la “diligenza del buon padre di famiglia”.

di Aldo Casoni, capogruppo del PD Molinella

Share

Tag permessi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

89 queries in 2.000 seconds, using 19.21mb memory